Benvenuto su Venice Gondola.

Venice Gondola #1 Sito di informazioni su Venezia e le gondole, tutto quello di cui hai bisogno per la tua visita a Venezia

Venice Gondola è un blog dedicato esclusivamente alle gondole e Venezia. Mi presento sono Davide un giovane veneziano che ama la sua città e voglio condividere con tutti voi informazioni interessanti che vi aiuteranno durante la vostra vacanza a Venezia. Naviga attraverso le categorie e scopri Venezia.

Recent Posts

L’origine del nome Marghera – Video

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Scopriamo l’origine del nome Marghera con Alberto Toso Fei

Su questo breve video della serie Venezia in 1 Minuto di Alberto Toso Fei, andiamo a scoprire la storia di Forte Marghera ma non solo, un video molto interessante per una delle localitá della laguna veneziana, forse meno conosciuta.

 

Oggi ci trasferiamo a qualche chilometro dalla città storica, in uno dei luoghi recentemente riaperti al pubblico, Forte Marghera.

Cercheremo di scoprire le origini della località conosciutà perlopiù come luogo delle fabbriche, della lotta operaia, della chimica.

Ma da dove deriva il suo nome e soprattutto, sarà davvero nata attorno alle fabbriche o esisteva già da prima?

La nuova puntata di “Venezia in un Minuto” risponde a entrambi gli interrogativi.

Se vuoi puoi vedere tutti gli altri video sulla pagina ufficiale Facebook:
Venezia in 1 Minuto

Il sottoportego de Corte Nova – Video

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Scopriamo cos’é il Sottoportego de Corte Nova con Alberto Toso Fei

Venezia in 1 Minuto di Alberto Toso Fei

Su questo bellissimo video Alberto ci spiega brevemente la storia del Sottoportego de Corte Nova, veramente interessante.

A Venezia sono molti i luoghi, le circostanze, i ricordi delle grandi pestilenzeche colpirono l città nel passato, e che si riflettono ancora oggi per esempio nelle grandi celebrazioni del Redentoree della Madonna della Salute. Nessun luogo della città, però, riesce a mantenere viva la memoria di quei giorni di sofferenza come il Sotoportego de Corte Nova, a Castello.

Che ha una veste e una storia davvero particolari.

Se vuoi puoi vedere tutti gli altri video sulla pagina ufficiale Facebook:
Venezia in 1 Minuto

Se fasemo un’ombra? Cosa significa in Veneziano

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Se fasemo un’ombra?

Tipico modo di dire veneziano per dire “andiamo a bere un bicchiere di vino”, in questo video Alberto Toso Fei ci spiega brevemente questo il vero significato che sta dietro al modo di dire “Se fasemo un’ombra” molto usato tra tutti i veneziani.

Venezia in un Minuto S02/05

Tutti, o quasi tutti, conoscono il curioso modo di dire veneziano di bere “un’ombra” o “un’ombreta”, riferendosi al bicchiere di vino. Ma forse non tutti sanno o ricordano da quale consuetudine storica derivi una espressione così particolare.

La nuova puntata di “Venezia in un Minuto” vi svela il divertente arcano.

The new episode of “Venice in a Minute” reveals the funny arcane.

Se vuoi puoi vedere tutti gli altri video sulla pagina ufficiale Facebook:
Venezia in 1 Minuto

I Barbacani – Venezia in 1 Minuto

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Cosa sono i Barbacani a Venezia

Alberto Toso Fei ci spiega in un minuto cosa sono i barbacani a Venezia

Un’altro bellissimo video con Alberto Toso Fei che ci spiega cosa sono questi elementi “barbacani” molto particolari che permettono a molti edifici veneziani di allargarsi e quindi estendere le proprietá.

Venezia in un minuto S02/04

Tra le particolarità urbanistiche veneziane i barbacani sono forse uno degli elementi più affascinanti. Si tratta di fitte sequenze di travature che permettono agli edifici di “allargarsi”, da una certa altezza in poi, che possono essere incontrate in molti luoghi della città.
Ma esisteva una regolamentazione nel loro utilizzo?

Certo! E non immaginerete mai quale…

Se vuoi puoi vedere tutti gli altri video sulla pagina ufficiale Facebook:
Venezia in 1 Minuto

Due Dinosauri nel cuore di Venezia – Venezia in 1 Minuto by Alberto Toso Fei

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Due Dinosauri nel cuore di Venezia, video racconto di Alberto Toso Fei

Qui su VeniceGondola.com voglio sempre condividere informazioni su Venezia e misteri di molto valore, personalmente io stimo molto Alberto Toso Fei per la sua capacitá di trasmettere con poche parole anni ed anni di storia. Se seguite questo blog lo avrete giá sentito, ho citato diverse volte i suoi libri su Venezia. Oggi ho voglio condividere con tutti voi il suo progetto social che si chiama “Venezia in 1 Minuto” in collaborazione con “City Pass, Venezia é UNICA” dove Alberto attraverso dei bellissimi video ci fa scoprire Venezia.

Ecco qui sotto il video di Alberto Toso Fei “Venezia in 1 Minuto”:

A Venezia abitano ben due grandi dinosauri. E nemmeno in un luogo qualunque, visto che stanno in un bellissimo palazzo sul Canal Grande, che un tempo fu il Fondaco dei Turchi e oggi è il Museo di Storia Naturale; arrivarono alcuni anni fa grazie a un celebre archeologo veneziano, Giancarlo Ligabue, che li scoprì e li donò alla città

Potete seguire tutti i video sulla pagina ufficiale del progetto:

Venezia in 1 Minuto

Chi ha fondato Venezia?

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Vediamo insieme chi ha fondato Venezia e perché é stata scelta la laguna come luogo dove far nascere una cittá.

La storia di Venezia é molto particolare ed é una delle storie piú belle al mondo ricca di alti e bassi, puoi leggere la storia completa di Venezia ne ho giá parlato diverse volte, ma oggi voglio riprendere nel dettaglio chi ha fondato Venezia.

Chi ha fondato Venezia
Foto presa da: evenice.it/venezia/storie-tradizioni/nascita-venezia-25-marzo-421

In passato non c’era sicurezza, esistevano diversi popoli potenti ed altri meno potenti come adesso accade nel 2018, ma in quell’epoca era molto evidenziata la disparitá di potere tra un popolo e l’altro. Quella che si chiama oggi Venezia é nata da un’insieme di profughi dell’entrottera precisamente si chiamano “Altinati” che erano in fuga dagli Unni. Quindi coloro che poi diedero vita ai primi insediamenti sull’isola di Rivoaltus ovvero Rialto (oggi), non sapevano all’epoca che avrebbero partecipato alla creazione di una delle realtá marittime piú potenti del VII sec e meta preferita da milioni e milioni di turisti da tutto il mondo nei tempi modermi d’oggi. Incredibile vero?

Da profughi a visionari, grandi persone che dalle loro paure in fuga da popoli piú potenti si rifugiarono su questa isoletta di “Rialto” che era abbastanza accessibile essendo in passato la foce dell’antico Brenta (uno dei fiumi principali veneti, che con il passare degli anni cambio il suo corso in seguito ad una devastante e gigantesca alluvione verso la fine del VI secolo, questo comportó al cambiamento dell’assetto idrogeologico di tutto il Veneto), interessante vero? Continuamo a scoprire gli anni successivi…..

Durante il VII secolo sull’isola di Torcello fu costituita la diocesi di Torcello dove il primissimo doge (puoi vedere tutti i dogi di venezia), decise di spostare a Rialto sede principale da quella di Malamocco chiamato ai quei tempi (Metamauco, quindi un’antico porto di Padova chiamato anch’esso Altinum in quegli anni) perché non assicurava molta protezione e quindi volevano una sede piú centrale e sicura da eventuali attacchi di popoli “stranieri”.

Quindi se vuoi leggere tutta la time line della storia di Venezia vai fai click su “Time Line Storia di Venezia“, altrimenti in conclusione i veri fondatori di Venezia non erano nient’altro che dei profughi scappati dagli Unni.

Tradizione del Capodanno Veneziano – Infografica

Questo post è disponibile anche in: Inglese

La tradizione del Capodanno Veneziano Infografica

Il capodanno di Venezia descritto su una bellissima infografica

Capodanno Veneziano Tradizione

Voglio condividere sulle pagine di Venicegondola.com, un’altro stupendo lavoro dello studio Etra-Comunicazione con il progetto The Venetian Infographics , che stanno veramente realizzando delle infografiche molto informative su Venezia e la sua storia.

Oggi m’ha colpito molto una infografica sul capodanno veneziano, che nei seconli fu uno dei piú particolari ed interessanti momenti di festa del popolo di Venezia. Come viene condiviso su questa infografica, il capodanno veniva festeggiato non la notte tra il 31 Dicembre ed il 1 Gennaio, ma il 1 Marzo. Il motivo é molto semplice la data ufficiale nella nascita di Venezia é il 25 Marzo 421! Ho scritto molti altri articoli sulla storia di Venezia .

Qui trascritto il testo della infografica sul capodanno veneziano, nel caso non riusciate a vedere bene l’immagine:

Per tutti i secoli in cui ebbe vita, la Repubblica di Venezia festeggiò il capodanno il primo marzo. Questo perché – secondo la tradizione – la città era nata a marzo, precisamente il 25 marzo 421; nei documenti ufficiali – allo scopo di evitare fraintendimenti con gli Stati in cui era in vigore il calendario gregoriano – la data era indicata con MV, more veneto, ovvero “secondo l’uso veneto”: in tal modo, per esempio, il 17 febbraio 1607 more veneto corrispondeva alla data generale 17 febbraio 1608, in quanto l’anno 1608 iniziava in Veneto solo a partire dal mese seguente e quindi nei possedimenti della Serenissima febbraio risultava essere l’ultimo mese del 1607.

Insomma Venezia, ci stupisce sempre di piú, ogni giorni si trovano nuove storie da raccontare su questa bellissima cittá, unica nel suo genere con moltissime tradizioni veneziane.

Un bellissimo video 4k su Venezia

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Questo bellissimo video, l’ho trovato recentemente su Youtube in qualita’ 4k, che dire veramente ben fatto.
Ci tenevo a condividerlo qui su VeniceGondola.com, credo che mostri diversi aspetti di Venezia in modo dinamico e simpatico. Buona visione!

Secondo me uno dei migliori video disponibile su youtube. Questo bellissimo video 4k su Venezia é il mio preferito.

VIDEO IN GONDOLA: Parla più piano

Questo post è disponibile anche in: Inglese

VIDEO IN GONDOLA con SERENATA – Parla più piano

Un bellissimo video in gondola con serata, viene ripreso da alcuni turisti, un’esperienza indimenticabile

Un bellissimo video di data recente, ci mostra come i turisti apprezzino questi momenti indimenticabile nella nostra ed amata Venezia.
Durante un giro in gondola con “serenata” tra i rii di Venezia, passando sotto i ponti, viene eseguita la canzone “Parla più piano” dal film “Il Padrino”, momenti bellissimi da ascoltare!

Carnevale di Venezia 2017 – Grand Opening Video

Questo post è disponibile anche in: Inglese

La Vanità degli Abissi – Video Grand Opening Carnevale di Venezia 2017

Il Rio di Cannaregio si transforma in un luogo unico, dove corografie e musica creano uno spettacolo unico!

Ogni anno a Venezia il Carnevale di Venezia fa rivivere un pò la città, nonostante le fredde temperature, numerose sono le feste nei campi più popolari come Santa Margherita ed ovviamente la piazza principale di Venezia (Piazza San Marco), dove viene allestito un palco scenico enorme, e per tutta la durante del Carnevale di Venezia, ci sono comici e spettacoli a tema ogni giorno.
Non bisogna però dimenticarli del Rio di Cannaregio, a pochi passi dalla Stazione dei treni Santa Lucia e quindi vicino al Ponte delle Guglie e dei Tre Archi, viene proposto uno spettacolo veramente unico, con numerose imbarcazioni che ricordano un pò se vogliamo, i carri del carnevale di Brasile, dove vengo eseguite importanti corografie sull’acqua. Uno spettacolo veramente unico che sigla l’apertura del Carnevale nel sestiere di Cannaregio, e quest’anno il titolo dato a questo evento è “La Vanità degli Abissi”. Qui su Venicegondola.com voglio condividere il bellissimo video pubblicato da Venezia Unica, che riprende i momenti salienti. Buona visione!

Video Grand Opening Carnevale di Venezia 2017

Carnevale di Venezia 2017 – Video Intro

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Carnevale di Venezia dall’11 Febbraio al 28 Febbraio 2017

Nuovo anno 2017 ed l’evento più atteso a Venezia ritorna!

Venezia ogni anno ci permette di divertici in stile, dall’11 Febbraio al 28 Febbraio il Carnevale di Venezia ritorna! Un programma con eventi in tutta la città renderà la vostra esperienza unica, qui sotto una piccolo video di cosa ci si può aspettare durante il magnifico Carnevale di Venezia 2017.

7 curiosità da sapere prima di visitare Venezia

Questo post è disponibile anche in: Inglese

7 curiosità da sapere prima di visitare Venezia

Visitare Venezia è un’esperienza bellissima ed unica che può trasformarsi in un vero incubo se non si seguono i seguenti consigli.
Qui di seguito una nuova lista con 7 curiosità da conoscere prima di visitare Venezia, spero vi possano aiutare!

1 Accesso

A Venezia è possibile andare in giro solamente a piedi, oppure utilizzando i mezzi pubblici disponibili come i vaporetti, ricordatevi che l’utilizzo della bicicletta a Venezia è severamente vietato e verrà penalizzata con una bella multa.
Questa città essendo costruita in un modo particolare, presenta diverse piccole stradine chiamate calli, dove spesso è possibile passare solamente in due persone alla volta, quindi se dovete fare fotografie, cercate di farle in un luogo dove ci sia spazio, permettendo ai turisti e veneziani di condividere gli spazi della città.

2 Trasporti a Venezia

Ne ho parlato molte volte, ma lo ripeto, i trasporti pubblici e taxi acquei a Venezia costano, di più di qualsiasi altra città europea, quindi se comprerete i biglietti in anticipo potrete trovare delle offerte speciali che vi permetteranno di risparmiare molti soldi, ma soprattutto di restare bloccati nelle lunghe code alle biglietterie ACTV.

3 Acqua Alta

Acqua alta è un evento che avviene ogni anno, durante queste giornate i servizi pubblici, inalzano delle passerelle di legno, che permettono alle persone di camminare anche senza gli stivali, ricordatevi comunque di non fermarvi mai a fare fotografie sopra queste passerelle, perchè essendo molto piccole, richiereste di venire urtati da qualcuno e di cadere in acqua. L’acqua a Venezia è nota per essere molto sporca e con la presenza di molti indesiderati topi. A voi la scelta!

4 Mangiare e Bere

È assolutamente vietato fare picknic nella zona di San Marco, come sfortunatamente spesso avviene, molti turisti maleducati, vanno oltre le regole prestabilite e sporcano la città, nonostante i numerosi cestini disponibili nelle zone. Piuttosto potete andare nei Giardini Reali vicino alla Piazza San Marco oppure su qualche “Campo” nelle vicinanze ed appostarsi li. Ricordatevi sempre di pulire dove mangiate! Inoltre se avete sete, a Venezia sono disponibili numerose fontane con acqua potabile!

5 Giro in Gondola

Come scritto nelle pagine di VeniceGondola.com diverse volte, il giro in gondola ha un prezzo prestabilito dall’Ente Gondola e si aggira sugli 80 euri a gondola, quindi non cadete in qualche trappola di qualche gondoliere furbo, ma assicuratevi di leggere il cartello con i prezzi esposti vicino ad ogni stazio delle gondole.

6 Ladri a Venezia… Moltissimi

Sicuramente uno dei problemi degli ultimi anni a Venezia sono i ladri, soprattutto nei periodio estivo, sono presenti numerosi ladruncoli/e che cercheranno di rubarvi i soldi ed oggetti con un certo valore dalle vostre borse e zaini. Questi elementi sono presenti nelle zone più popolari, come la ferrovia e gli imbarcaderi dell’ACTV. Quindi state molto attenti e non fidatevi di nessuno, infatti molti di questi ladri sono ragazzine minorenni difficili da scovare.

7 Lido di Venezia – Andiamo a nuotare!

Lo sapevete che a Venezia è possibile pure andare a nuotare al mare? Infatti a pochi minuti dalla Piazza San Marco, prendendo il vaporetto potrete raggiungere il Lido di Venezia dove è presente il lungo mare, con una bellissima spiaggia dove poter andare a rinfrescarsi durante le calde giornate in estate. Affascintante anche da visitare in inverno, dove la minima presenza di persone ricrea un’atomosfera unica e potrete godervi una spiaggia deserta e tutta per voi!

Il Palazzo Ducale di Venezia – Guida

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Il Palazzo Ducale a Venezia – Un luogo unico, la Dimora del Doge.

Un palazzo in stile gotico, unico al mondo, loggia dei 120 Dogi di Venezia… Scopriamolo.

Venezia ha avuto ed ha una lunga storia, percorsa da trionfi e sconfitte di guerra, grandi ed importanti battaglie vinte e perse in uno scenario di potere e ricchezza tra nobili e mercanti durante il ‘700. Una vera potenza militare – navale che doveva essere gestita saggiamente ed attentamente. Come in molti sanno il Doge ed il Maggior Consiglio avevano questo importante compito, ma dove risiedevano i Dogi Veneziani? Scopriamo il Palazzo Ducale di Venezia nel dettaglio e come questo Palazzo dall’architettura unica abbia ospitato uomini che hanno creato la storia di Venezia.

Il Palazzo Ducale a Venezia
Il Palazzo Ducale a Venezia

La Storia del Palazzo Ducale

Il Palazzo Ducale è strutturato in tre diversi blocchi che uniti tra loro fanno di questa struttura una sorta di castello. Le aree principali: l’ala verso il Bacino di San Marco, la più antica sede costruita nel 1340; l’ala verso Piazza San Marco, conosciuta anche come Palazzo di Giustizia; l’ala rinascimentale costruita tra gli anni 1483 e 1565 anch’essa parte della residenza del Doge e di importanti uffici del governo. All’interno del Palazzo Ducale una miriade di stanze di diversa metratura ed ognuna con un proprio esclusivo stile accolgono oggi il Visitatore, addentrandosi tra sale comuni, private, camere della tortura e soprattutto la celeberrima sala dei Dogi, che meglio descriveremo successivamente.

Prima del Palazzo Ducale sorgeva un antico castello (sec. X-XI); non esistendo documentazione storica su come fu costruito si ipotizza che il suo ingresso fosse situato nel cortile interno del palazzo attuale, probabilmente dove ora è situata la Porta delle Carta e che fosse difeso da alte e grandi mura. La sua fine rimane ancor oggi un mistero.

Palazzo Ducale Ziani Venezia
Palazzo Ducale Ziani Venezia

Il Palazzo Ducale Ziani – Ricostruzione ed importante decisione politica del Doge

In quel periodo il più grande pericolo era rappresentato dal fuoco, essendo la maggior parte degli edifici costruiti in legno. Anche il Palazzo Ducale fu colpito da un disastroso incendio, che lo devastò rendendolo irrecuperabile. Tra il 1172 ed il 1178 il Doge Ziani decise di ricostruirlo con la creazione delle 2 nuove ali di cui parlavamo poc’anzi, l’ala verso Piazza San Marco e quella verso il Bacino di San Marco. Questa decisione fu un importante atto politico  del Doge Ziani, in quanto con la grande espansione del dominio di Venezia sulle terre allora conosciute  era necessaria un maggiore coinvolgimento del Popolo. Infatti l’ala verso la Piazza, diventò nel tempo teatro di comizi e manifestazioni.

Incendi a Palazzo Ducale Venezia
Incendi a Palazzo Ducale Venezia

Incendi al Palazzo Ducale tra gli anni 1343 fino al 1577

Successivamente il Doge Bartolomeo Gradenigo (1339 – 1343), ampliò ulteriormente il palazzo, in quanto le riunioni del Consiglio risultavano sempre più affollate. Dal 1343 fino al 1574 il Palazzo Ducale fu oggetto di ulteriori e numerosi incendi, da ricordare quello immane del 1577  che coinvolse la Sala del Consiglio con i dipinti di famosi artisti quali Tiziano, Bellini, Carpaccio, solo per citarne alcuni. Un vero e proprio disastro, dato che solamente pochi anni prima un’altro devastante incendio, nel 1574 distrusse la Sala del Collegio ed il Senato, fortunatamente senza danneggiare troppo le strutture portanti del Palazzo. In sostanza, come già detto, il Fuoco per Venezia in quegli anni fu il peggior Nemico.
Negli anni successivi il Palazzo Ducale non fu interessato da importanti cambiamenti, salvo l’ampliamento delle prigioni che appunto divennero Prigioni Nuove, di seguito descritte.

Spaccato prospettico delle Nuove Prigioni di Venezia
Spaccato prospettico delle Nuove Prigioni di Venezia

Le PRIGIONI NUOVE del Palazzo Ducale – Seconda metà del Seicento

Nel seicento, il Palazzo fu interessato da numerose opere di ampliamento e consolidamento, grazie anche al potere marittimo di Venezia che in quegli anni acquisiva sempre maggior spessore . Non era soltanto la Residenza del Doge, bensì teatro di molteplici attività; il Maggior Consiglio durante le riunioni prendeva importanti decisioni istituzionali e nel contempo dai piani inferiori si potevano udire le urla di dolore dei carcerati sottoposti ad ogni tipo di tortura nelle prigioni. Nella seconda metà del ‘600 Antonio Da Ponte, decise la costruzione delle Prigioni Nuove. Il progetto era semplice, cioè creare un luogo dove detenere i criminali, esterno al palazzo ma a pochi passi. Le Prigioni Nuove, ancor oggi  visitabili, sono collegate attraverso il celeberrimo Ponte dei Sospiri. Esse ospitarono pure Casanovafamosissimo per il suo successo con le Donne del tempo ma anche per la sua rocambolesca evasione a bordo di una gondola.

LE SALE DEL PALAZZO DUCALE

Il Palazzo Ducale dispone di numerose e bellissime sale, classificabili in due grandi aree: le Sale Istituzionali, accessibili ai membri del Maggior Consiglio ed utilizzate per il governo di Venezia, e le Sale private del Doge; di seguito l’elenco:

SALE PRIVATE DEL DOGE

  • Sala degli Scarlatti
  • Sala dello Scudo
  • Sala Grimani
  • Sala Erizzo
  • Sala degli Stucchi o Priuli
  • Sala dei Filosofi
  • Sala Corner
  • Sala dei Ritratti
  • Sala degli Scudier
  • Scala d’Oro

SALE ISTITUZIONALI

  • Sala della Quarantia Civil Vecchia
  • Sala del Guariento
  • Sala del Maggior Consiglio
  • Sala dello Scrutinio
  • Sala della Quarantia Criminale
  • Sala dei Cuoi
  • Sala del Magistrato alle Leggi

Grazie per la lettura, auguro a tutti Voi una indimenticabile visita a questo splendido Palazzo che troverà sicuramente un posto nel Vostro Cuore.

Laguna Ghiacciata a Venezia nel 1929

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Laguna ghiacciata a Venezia nel 1929

Laguna Ghiacciata a Venezia – Ecco un video ripreso nel 1929

Laguna di Venezia ghiacciata
fonte: venicewiki.org/ – Bacino di San Marco ghiaccato

Molti di voi in visita a Venezia nel periodo invernale, vi sarete sicuramente chiesti se la laguna di Venezia si sia mai ghiacciata e se è possibile un evento simile. L’inverno a Venezia può essere veramente problematico con temperature molto basse a causa della grande umidità portanto alcune volte anche la neve in laguna.
Nell’inverno del 2012 la città lagunare subì un crollo delle temperature drastico portando alcune zone della laguna a ghiacciarsi nonostante il motondoso provocato dalla grande quantità di imbarcazioni presenti nella laguna.
Un evento simile e l’unico che portò veramente alla completa ghiacciazione della laguna veneziana risale al 1929. Pensate che era possibile arrivare alle isole più vicine come Murano, Isola di San Michele (dove c’è il Cimitero) a piedi.
É presente un bellissimo video documentario su Youtube (https://www.youtube.com/watch?v=_Nc4oNaKXIo) dove vengono mostrate delle bellissime immagini in bianco e nero di questo evento unico.

Qui sotto potete vedere una bellissima foto di cinque veneziani in posa per uno scatto in bianco e nero sulla laguna di Venezia ghiacciata. Un fenomeno simile sarà improbabile nel ripetersi nei prossimi anni.

Laguna di Venezia Ghiacciata 1929
Laguna di Venezia Ghiacciata 1929

Trova i migliori Bacari veneziani con iBacari app

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Trova i migliori Bacari veneziani a tua disposizione con iBacari!

Se non sai dove andare a mangiare i famosi cicchetti veneziani ed a bere un buon aperitivo la app iBacari ti può aiutare!

Se siete in procinto di visitare Venezia e state programmando un tour gastronomico, questa città lagunare offre veramente molte opzioni! Tra ristoranti prestigiosi e trattoria, può essere una buona idea mangiare chicchetti in giro per Venezia nei vari Bacari veneziani.

Cos’è il Bacaro a Venezia?

Il Bacaro è un tipo di osteria, che offre una grande quantità di vini, solitamente del luogo e non troppo prestigiosi ma più alla portata di tutti accompagnati da una vasta selezione di chicchetti. Un ambiente caldo e interessante da provare quando si viene in visita a Venezia, dove poter bere anche il famoso Spritz!

iBacari - App trova Bacari
iBacari – App trova Bacari

I Bacari Veneziani, sono molti anzi moltissimi ognuno a qualcosa di unico, essendo una lista davvero lunghissima, recentemente è nata un’ottima app per IOS (iphone) e Android che li raccoglie praticamente tutti, cosi facilitando la vostra ricerca. Questa app si chiama (iBacari), realizzata da Makeitapp s.r.l. è totalmente gratuita! Sicuramente una app essenziale durante la vostra visita a Venezia!

iBacari app – La migliore app per trovare i Bacari Veneziani!

ibacari - scarica app gratuita
ibacari – scarica app gratuita

Il progetto completamente nuovo e innovativo prevede la promozione di un’applicazione fruibile da tutti i dispositivi mobili con sistemi iOS ed è rivolta a un pubblico prevalentemente giovanile (età dai 20ai 45 anni circa)  soprattutto ai turisti.
L’applicazione punta dunque al mercato italiano, nello specifico alla Città Metropolitana di Venezia, ma è anche multilingue proprio per facilitare l’utilizzo ai turisti che la utilizzeranno.
Il settore a cui ci si rivolge è quello della ristorazione e nello specifico dei Bacari Veneziani.

Trova Bacari a Venezia
Il Bacaro Veneziano

Ma è anche un luogo dove passare qualche ora in compagnia, tra bicchieri di vino e risate, e dove fare
nuove amicizie! Insomma andar per Bacari è una cosa veramente unica da fare almeno una volta nella vita, e soprattutto è un modo unico e diverso di vedere Venezia.
Da qui l’idea di mostrare a turisti e non quanto può essere divertente e gioioso, e non solo romantico, passeggiare per Venezia.
L’applicazione prevede l’utilizzo gratuito da parte degli utenti che effettueranno il download ma anche per i locali che saranno inseriti all’interno della App.
L’applicazione è già pronta ed è stata lanciata nel mercato all’inizio del mese di Maggio 2016.
In un solo mese sono stati centinaia i download ed è una delle App più scaricate del momento per quanto
riguarda la zona d’interesse.
L’applicazione punta ad essere un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono essere costantemente
aggiornati sulle novità e le iniziative di tutti i Bacari veneziani.
Per informazioni o altro: [email protected] oppure https://www.facebook.com/IBACARI/

SCARICA APP