Consigli Utili per visitare Venezia – Domande su Venezia

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Visitare Venezia – Risposte alle 6 domande che tutti mi fanno

Visitare Venezia richiede molti consigli per rendere la tua esperienza migliore

Molte volte, durante le mie esperienze lavorative all’estero, ho ricevuto diverse domande riguardanti la città da cui provengo, Venezia. La domande più comuni sono:

    • Cosa mi consigli di fare a Venezia durante la mia vacanza?
    • Dove mi consigli di acquistare prodotti tipici venezia ed il vetro di Murano?
    • Dove mi consigli di mangiare qualcosa di tipico e locale con un menu non per turisti?
    • Quanto costa un giro in gondola?
    • Mi consigli di arrivare con il taxi acqueo oppure con il bus?
    • Venezia è sicura?
Visitare Venezia Piazza San Marco
Foto di Piazza San Marco a Venezia con Tavolini

Quanto ho creato VeniceGondola.com ho voluto realizzare un blog che raccolga le informazioni e consigli per aiutare altre persone e viaggiatori durante la visita di Venezia. Oggi con questo post, voglio rispondere a tutte quelle domande che molti di voi si fanno e che spesso le risposte date su internet non sono sempre accurate ed hanno scopi di profitto per agenzie senza dare un vero consiglio ai turisti ed interessati a questa bellissima città oppure ormai sono datate.

Voglio partire con l’ultima domanda (Venezia è sicura?), posso solo dirvi che Venezia era sicura fino a poco tempo fa, anche io come veneziano mi sentivo più sicuro e non dovevo preoccuparmi di persone non gradite in questa apparentemente tranquilla cittadina.
Venezia è ancora più tranquilla e sicura di altre grandi città in Italia, ma ho notato che molte cose stanno cambiando e la delinquenza è all’ordine del giorno. Mentre anni fa si leggeva sulle testate del giornale locale, una volta ogni tanto notizie di borseggiatrici, delinquenti che truffano i turisti con le valigie e ladri nelle case dei veneziani, oggi ogni settimana se ne sentono di tutti i tipi.

VENEZIA È SICURA? NON PIÙ – SICUREZZA VENEZIA 2014

Passeggiando alla notte comunque, sicuramente Venezia rimane ancora quella bellissima e romantica città sull’acqua, e posso dire che Venezia è più pericolosa di giorno che di notte. Alla sera subito dopo le 20, noterete come questa misteriosa città si svuoti e tutte le strade diano questa sensazione di città vuota e lasciata a se stessa durante le ore notturne. È molto interessante come fenomeno che penso accade solamente in questa città lagunare. Dico che la sicurezza diminuisca durante le ore diurne, ma c’è un motivo perché dico ciò.

Il motivo di questa affermazione è che durante il giorno Venezia gode delle ore con più afflusso di turisti e le strade possono arrivare con oltre 100.000 persone in un solo giorno durante le festività e nella confusione e nello scarso (forse per limitazioni finanziare) controllo delle forze dell’ordine, arrivano in città molti personaggi sgraditi, come borseggiatrici e finti porter nei pressi dei Ponti di Venezia ma ultimamente oltre a questi elementi in aumento di crimini nelle abitazioni dei veneziani è aumentato, grazie all’arrivo in Italia di molti immigrati e clandestini e persone poco per bene.

Per te che visiterai Venezia un consiglio posso darti, non pensare che Venezia sia sicura, molti blog su internet non sono aggiornati ad oggi, e riportano informazioni che erano giuste 5 o 6 anni fa, ma oggi Settembre 2014, quelle informazioni sono sbagliate. Ricordati sempre di guardare chi hai vicino e non fidarti delle ragazzine e donne in gravidanza (scoperte recentemente ad essere delle borseggiatrici professioniste), solitamente comunque ROM.

MI CONSIGLI DI ARRIVARE CON IL TAXI ACQUEO OPPURE IL BUS DALL’AEROPORTO?

Taxi Acqueo a Venezia
Taxi Acqueo a Venezia – Foto da: consorzioparsifal.it

Ho scritto recentemente un articolo per il transfer con il taxi acqueo dall’aeroporto internazionale Marco Polo di Venezia, ed il mio consiglio è che spesso spendere quei 10 o 20 euro in più per il trasporto con il taxi acqueo ne vale la pena, soprattutto se il tuo hotel si trova nel centro storico di Venezia, vicino a Rialto o San Marco. Il vantaggio secondo me di prendere un taxi acqueo anche se i prezzi sono alti ma grazie all’articolo che ho scritto potrete cavarvela con 29 euro per persona, è il non dovere andare in giro con le valigie su e giù per i ponti di Venezia che come sapete se avete letto il blog sono oltre 400.

Con il bus (autobus), pagherete circa 6.50 euro a persona e vi porterà nel giro di 10/15 minuti a P.Roma ovvero dove stanno le macchine e da li avrete molti tipi di trasporto come i vaporetti (se proprio dovete prenderlo fate il biglietto giornaliero o con la durate estesa a più giorni), i taxi acquei in città hanno tariffe a mio avviso elevate per la posizione in cui vi troverete. Nel senso che il trasporto prenotato via internet dall’aeroporto per assurdo costa meno di un taxi in città.
In finale ci sono dei porter services, quindi delle persone autorizzate dal Comune di Venezia con dei budge che certificano che sono legali e non abusivi (alcuni sono pure miei amici) che vi porteranno le valigie fino al vostro hotel li in zona per circa 5 euro a valigia.

Attenzione se il vostro hotel si trova vicino alla ferrovia che è una buonissima zona dove soggiornare nei pressi del Ponte di Calatrava ci sono dei personaggi che vi chiederanno se volete una mano con la valigia per attraversare il ponte. Ecco non accettate, questi personaggi se pur vengano cacciati dalle forze dell’ordine tornano ogni giorno e se non li pagherete non vi daranno indietro la valigia. Quindi semplicemente rispondete di NO! Non abbiate paura, anzi se succede qualcosa i veneziani che sono li zona saranno più che felici ad aiutarvi, queste persone non sono gradite nella nostra città.

La conclusione a questa domanda è il Taxi Acqueo è la soluzione giusta, anche per l’esperienza che riceverete nell’arrivare nel vostro albergo con una di queste imbarcazioni.

QUANTO COSTA UN GIRO IN GONDOLA?

A questa domanda rispondo brevemente, perché ho già dedicato un articolo intero che puoi trovare qui (Quanto Costa un Giro in Gondola?).
I prezzi ufficiali per un giro in gondola sono controllati e gestiti dall’Ente Gondola e partono da 80 euro per 35 minuti, poi i prezzi variano dall’orario della giornata, se vuoi fare un giro notturno costerà almeno il doppio. Ci sono diversi tipi di giro in gondola il classico giro in gondola è appunto 80 euro, se poi vuoi la serenata (ovvero con la musica) oppure con la champagne i prezzi variano e li puoi prenotare comodamente anche dal nostro sito nella sezione Gondola Tours.

DOVE MI CONSIGLIERESTI DI MANGIARE QUALCOSA DI TIPICO E LOCALE?

Osteria al Bacco a Venezia
Osteria al Bacco a Venezia

Ci sono molti bei locali e trattoria dove puoi mangiare veramente bene con prodotti freschi senza spendere un patrimonio. Quando si pensa a Venezia la si vede come una città molto cara, ed è così, quindi molti turisti ultimamente non vanno nemmeno più nei ristoranti ma mangiano nei fast food americani. Per evitare di perdere un bella fetta di mercato sono nati dei bellissimi e buonissimi fast food con prodotti veneziani, li chiamo fast food nel senso che puoi ordinare ed in poco tempo avrai del cibo TO-GO da mangiare mentre cammini nella città. Questi posti sono comodi soprattutto se non hai molto tempo a disposizione e quindi vuoi mangiare qualcosa di veneziano ma al volo. Unica cosa negativa hanno contribuito all’aumento di sporcizia nella città, avendo un tipo di turismo diverso da quello che si presentava anni fa, molti dei turisti posso dire che sono maleducati e non si prendono cura della città come ho scritto su questo post (I nuovi mostri sono arrivati), e lasciano le carte e rifiuti nelle calli veneziane.

Uno di questi posti dove puoi mangiare bene qualcosa di tipico si chiama “Vecio Fritoin” e si trova nel pressi del Terà vicino al Ponte delle Guglie, il prezzo è molto buono e sicuramente è da provare.

Se invece vuoi mangiare seduto piatti tipici veneziani devi andare nella famose trattorie, dove troverai piatti unici ad un prezzo accessibile come i “Risi e Bisi”, “il Nero di Seppia”, “Spaghetti con le Vongole”, “Fegato alla Veneziana”, “Il Sour” ed altri piatti. Un trattoria che consiglio è quella di un mio caro amico si chiama “Osteria Al Bacco” praticamente si trova dietro al Ghetto, nella fondamenta di San Girolamo a soli 10 minuti dalla stazione ferroviaria. Andando su quella fondamenta troverete anche molti altri posti dove i veneziani vanno a mangiare a principalmente vi consiglio questa osteria, non solo perché il proprietario è un mio amico, ma sicuramente per l’esperienza e la qualità-prezzo del cibo.

Un’altra alternativa molto buona:

Mangiare in un 5 stelle lusso ad un prezzo accessibile

Spesso abbiamo un po’ paura di questi posti con troppe stelle e ci aspettiamo prezzi molto alti ma non è sempre così, posso consigliarti una cena romantica o da solo in un ristorante dove ho lavorato personalmente per 10 mesi all’interno dell’albergo Ca’ Sagredo 5* L.
Dentro a questo albergo c’è un ristorante (Alcolva) con una bellissima vista sul Canal Grande quando le temperature lo permettono ed offre un menù curato da Michele Potenza con piatti veneziani ma non solo. Il prezzo medio per una cena con magari un antipasto, main course, dessert e bottiglia di acqua e vino sui 30 euro, si aggira sui 150 che secondo me non è altissimo per la qualità dei prodotti che lo chef utilizza e la location ottimale.

Un’altro buon locale dove puoi mangiare senza spendere troppo si chiama “Al Giubagiò” e si trova vicino alle Fondamente Nove, puoi trovare al pomeriggio dei buonissimi cicchetti e alla sera un ottimo menu ed una ampia lista di vini.

Ci sono molte soluzioni il consiglio principale non andare su questi ristoranti con il classico menu con le fotografie dei piatti all’esterno che sicuramente non mangerai mai bene, ma soprattutto spenderai pure tanto per la qualità dei prodotti alimentari che riceverai.

DOVE MI CONSIGLI DI ACQUISTARE PRODOTTI TIPICI VENEZIANI ED IL VETRO DI MURANO?

Prodotti tipici veneziani fortunamente ne esistono ancora, anche se molti dei negozi storici hanno chiuso oppure sono stati venduti ai cinesi ed hanno aperto negozi di borse di finta pelle realizzati in Cina spacciati per Made in Italy. I prodotti veneziani possono essere i biscotti realizzati nell’isola di Burano ed altri tipi di pasta, oppure i tessuti. Noterete subito quei negozi che sono originali e gestiti dai veneziani.
Per quanto riguarda il Vetro di Murano puoi andare nell’isola di Murano ed fare una bella visita spesso gratuita per vedere come vengono realizzate queste operate d’arte ed acquistare nella galleria o negozio della fabbrica. Sappi che sicuramente acquistando nell’isola di Murano in fabbrica avrai quasi sempre la sicurezza di comprare un prodotto originale “Made in Murano”, ma dico quasi sempre perché anche li ci sono stati molti scandali di falsi cinesi anche nella famosa Murano. Puoi anche trovare bei prodotti di Murano in Piazza San Marco in alcuni negozi storici spesso il prezzo è minore, ma la qualità non è sempre la stessa.
Ricordati sempre di trattare il prezzo con il venditori i prezzi di questi prodotti sono molto alti.

COSA MI CONSIGLI DI FARE A VENEZIA DURANTE LA MIA VACANZA?

Venezia è così bella e piena di storia e misteri che non basterebbe una vita per scoprirla tutta nonostante sia così piccolina, io solitamente però consiglio di stare tre o quattro giorni non di più perché oltre ai musei e posti da visitare alla notte, la città come ho detto prima si spegne e non c’è molto da fare, se non godersi la tranquillità nelle calli o vicino ad un riva guardando l’acqua.

Io personalmente ti consiglio di vederla camminando per le calli e perderti un po’ e non andare solamente nei luoghi turistici come Piazza San Marco e Rialto ecc.. Vai magari verso i giardini nel sestiere di Castello, mi piace molto anche una zona dove sono cresciuto quando ero piccolo, vicino a San Francesco della Vigna.

Insomma perditi un po’ nelle calli veneziane e non aver paura di visitare anche calli secondarie.

Vedi Anche

L'origine del nome Marghera

L’origine del nome Marghera – Video

Questo post è disponibile anche in: IngleseScopriamo l’origine del nome Marghera con Alberto Toso Fei …