Casanova è scappato in gondola – Fuga dai Piombi

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Casanova è scappato in gondola

La gondola utilizzare in questa storia, come mezzo di fuga dalle prigioni di Piombo, questa è la storia di Giacomo Casanova

fuga dai piombi - Giacomo Casanova
fuga dai piombi – Giacomo Casanova

Giacomo Casanova è un importante personaggio legato a Venezia. Nacque qui infatti nel 1725, allevato dalla nonna, dopo la sua morte di trovò a viaggiare moltissimo. E da qui iniziò man mano la sua fama di seduttore.
La vita di Casanova è costellata da innumerevoli incontri amorosi con donne di ogni genere accompagnati sempre da fughe da parte del seduttore che non sempre però hanno un lieto fine. Spesso i suoi persecutori, che solitamente sono uomini di legge, riescono a trovarlo perché nonostante sia ricercato dalla legge non rinuncia a partecipare ai balli organizzati dall’alta società.

Nel 1755, le autorità veneziane lo arrestano con l’accusa di empietà e magia, e viene rinchiuso nella prigione di Piombi, dalla quale riuscì a fuggire organizzando un’ evasione rimasta celebre e da lui raccontata nel libro ‘Storia della mia fuga dai Piombi’ (1787).

Giacomo Casanova - La fuga
Giacomo Casanova – La fuga

Durante questa prigionia Casanova soffriva terribilmente dato che sospettava che le accuse contro di lui non gli avrebbero mai permesso di uscire di prigione. In più a quel tempo le condizioni delle celle erano veramente delle peggiori, ambienti afosi e pieni di germi, così che per evitare che la sua salute si aggravasse gli fu permesso di passeggiare in corridoio.
Durante una di queste passeggiate trovò un attrezzo che utilizzò nella sua cella come strumento di scavo. Venne scoperto e per questo gli fu cambiata cella, ma riuscì a tenere il prezioso strumento. Facendo amicizia con un altro carcerato Balbi, passò a lui l’attrezzo e questo riuscì a praticare un buco nel pavimento della sua cella (che si trovava su quella di Casanova), permettendogli di arrivare lì da lui e di praticare un altro buco nel soffitto per raggiungere il tetto dell’edificio.
I due si ritrovarono così fuori dalla cella e ricalatisi all’interno del Palazzo ducale, attraversarono varie stanze e furono notati da un passante, che facendo accorrere i custodi, pensando fosse un passante rimasto chiuso all’interno, fece sì che questi aprissero il portone permettendo ai due fuggiaschi di uscire e di fuggire in gondola.

Questo episodio è uno dei più conosciuti, anche per la scelta di Casanova di fuggire in gondola, un’imbarcazione tanto bella ed elegante, simbolo delle più antiche e nobili famiglie questa volta utilizzata da due evasi di prigione per darsi a una rocambolesca fuga.

Chi siamo VeniceGondola

Giovane con la passione per il web, realizza applicazioni web e condivide le sue conoscenze con gli utenti da tutto il mondo.

Vedi Anche

L'origine del nome Marghera

L’origine del nome Marghera – Video

Questo post è disponibile anche in: IngleseScopriamo l’origine del nome Marghera con Alberto Toso Fei …